Decreto Rettorale del 26/01/2021 su Didattica, mobilità e biblioteche. Valido dal 1 febbraio al 13 giugno.

Il nuovo decreto rettorale coprirà il periodo dal 1/02/2021 al 13/06/2021.

In particolare segnaliamo i seguenti articoli:

ARTICOLO 1 – Lezioni

Le residue lezioni del primo semestre dell’anno accademico 2020-2021 sono erogate a distanza.
Mentre, compatibilmente con le disposizioni nazionali e regionali in materia di emergenza sanitaria, e in conformità con la delibera adottata dal Senato Accademico nella seduta del 16/11/2020 (Repertorio n. 226/2020; Prot n. 136086 del 17/11/2020), nel secondo semestre le lezioni saranno erogate in forma mista secondo le modalità (a piccoli gruppi o a rotazione) già attuate nella prima parte del primo semestre, video-registrate e accessibili online agli studenti per almeno 15 giorni.
Le indicazioni relative alle modalità di erogazione saranno raccolte e, se necessario, integrate nel “Piano di organizzazione della didattica e delle attività curriculari” di Ateneo che sarà redatto in conformità con quanto previsto dal DPCM 14 gennaio 2021 art. 1, comma 10, lettera u.

ARTICOLO 2 – Esami di profitto

Gli esami orali di profitto si svolgeranno a distanza, secondo le modalità sino ad oggi adottate.
Gli esami scritti di profitto si potranno svolgere in presenza, secondo la valutazione del docente, ma avendo cura di accogliere eventuali richieste degli studenti in tale senso, ai quali sarà
comunque garantita la possibilità di svolgere l’esame a distanza secondo le modalità sino ad oggi adottate.
Per la Scuola di specializzazione per le Professioni Legali le prove scritte e le simulazioni concorsuali potranno essere svolte in presenza.

ARTICOLO 3 – Esami di laurea

Le sedute di laurea – triennali, magistrali e magistrali a ciclo unico – nonché gli esami finali dei dottorati e la discussione delle tesi di specializzazione di area medica e dei master universitari si svolgeranno a distanza.

ARTICOLO 4 – Ricevimento studenti

Il ricevimento degli studenti avviene a distanza (ad esempio via Skype, Zoom o telefonicamente). Lo studente concorderà con il docente le modalità attraverso mail.
Il ricevimento potrà avvenire in presenza solo per colloqui relativi all’elaborazione della tesi di laurea, qualora in ragione del tema di ricerca o dell’argomento da trattare il colloquio in presenza risulti imprescindibile, dopo avere concordato con il docente un orario preciso e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza sanitaria.

ARTICOLO 5 – Laboratori, uscite didattiche, tirocini; predisposizione di tesi di laurea e di dottorato

I laboratori, le uscite didattiche e le attività di tirocinio si potranno svolgere in presenza, nel rispetto della vigente normativa in materia di sicurezza e tutela della salute pubblica nonché delle eventuali disposizioni limitative della circolazione delle persone e dei mezzi.
Ai fini della preparazione delle tesi di laurea e di dottorato di ricerca, è consentita la frequenza di laboratori e biblioteche, sempre nel rispetto delle norme sanitarie e del “Protocollo anti-contagio” approvato dall’Ateneo.


Il decreto completo è disponibile per il download cliccando qui.